La parola Mukthi in sanscrito significa Liberazione.
Liberazione dei sensi dal controllo della mente condizionata.

La mente, con i suoi giudizi e commenti, interferisce con ogni percezione sensoriale,
rendendola stantia e senza vita.

Senza questa interferenza della mente, il sistema nervoso umano
è capace di generare beatitudine da ogni esperienza sensoriale,
sia essa il vedere, il sentire, l’annusare, l’assaggiare, il toccare,
indipendentemente da quale sia l’oggetto dell’esperienza.

Quindi colui, i cui sensi sono liberati, trascende la vita della mente
e sperimenta la vita dei sensi.

Questo spazio è aperto a tutte quelle attività e a coloro
che vogliono riscoprire la vita dei sensi e nutrirsi di esperienze significative.